Zona Franca Urbana Pescara

Circolare n. 06/2018

 

Gentile Cliente

 

Oggetto: Zona Franca Urbana Pescara.

Con la Circolare 9 aprile 2018, n. 172230 del Ministero Sviluppo Economico si dà attuazione alla  delibera CIPE n. 14 dell’8 maggio 2009 per l’incentivo alle attività economiche (imprese e professionisti) denominato Zona Franca Urbana.

L’intervento agevolativo si rivolge a quelle attività situate nei quartieri particolarmente degradati socialmente ed economicamente di Pescara (per conoscere le vie interessate digita il link http://www.zonafrancaurbanapescara.it/vie.aspx).

ATTIVITA’ AGEVOLABILI

Sono agevolate tutte le attività già avviate alla data di presentazione dell’istanza distinguendo in soggetti che svolgono attività sedentaria e non sedentaria.

Ai sensi del d.m. 10 aprile 2013, sono considerate:

  • non sedentarie, le attività esercitate prevalentemente al di fuori di un ufficio o locale aziendale e svolte principalmente, se non esclusivamente, direttamente presso la clientela dell’impresa o in spazi pubblici (i venditori ambulanti, le imprese di costruzione, gli idraulici e i parrucchieri che svolgono la propria attività prevalentemente presso l’abitazione dei clienti);
  • sedentarie, le attività manifatturiere svolte all’interno di uno stabilimento produttivo, gli esercizi commerciali, i ristoranti, i saloni di parrucchiere.

Per le attività non sedentarie è inoltre richiesto (oltre all’ubicazione nei quartieri indicati) che: presso il predetto ufficio o locale sia impiegato almeno un lavoratore dipendente a tempo pieno o parziale che vi svolga la totalità delle ore lavorative ovvero almeno il 25% del volume di affari del soggetto richiedente sia realizzato da operazioni effettuate all’interno del territorio della ZFU.

Possono altresì accedere alle agevolazioni i soggetti che, pur disponendo dell’ufficio o del locale ubicato all’interno della ZFU, alla data di presentazione dell’istanza non hanno ancora avviato l’attività, purché si impegnino ad avviarla entro 180 giorni dalla data di pubblicazione del provvedimento di concessione delle agevolazioni.

INTENSITA’ DELL’AIUTO

Le agevolazioni concedibili sono rappresentate dalle seguenti esenzioni:

  1. esenzione dalle imposte sui redditi;
  2. esenzione dall’imposta regionale sulle attività produttive;
  3. esenzione dall’imposta municipale propria;
  4. esonero dal versamento dei contributi sulle retribuzioni da lavoro dipendente.

TERMINI

Le istanze per l’accesso alle agevolazioni possono essere presentate a decorrere dalle ore 12:00 del 4 maggio 2018 e sino alle ore 12:00 del 23 maggio 2018. Si evidenzia che l’ordine temporale di presentazione delle istanze non determina alcun vantaggio né penalizzazione nell’iter di trattamento delle stesse. Ai fini dell’attribuzione delle agevolazioni, le istanze presentate nel primo giorno utile saranno trattate alla stessa stregua di quelle presentate l’ultimo giorno. Le istanze pervenute fuori dai termini, iniziale e finale, così come le istanze redatte o inviate con modalità difformi da quelle indicate, non saranno prese in considerazione.

 

Lo studio resta a disposizione per chiarimenti in merito.

 

Dott. Silvio Luciani

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.